Testata Gazzetta
    Attività del Comune

Trasparenza e partecipazione

Il Comune di Milano ha un "Assessorato alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open Data" dal quale sarebbe opportuno prendere esempio per facilitare il coinvolgimento dei cittadini.
Lo stesso Comune ha recentemente pubblicato il vignetta documento "Analisi & piano accesso ai dati e informazioni", dal quale estraiamo alcuni contenuti: prima di tutto le conclusioni.
«Pubblicare e rendere accessibili i dati e le informazioni non è solo una questione legata al rispetto della legge, ma è un'occasione per creare una cultura diffusa della trasparenza e, con essa, buone pratiche di amministrazione, nuovi strumenti di partecipazione e semplificazione per i cittadini, e atti di governo più informati e consapevoli.»


La normativa sulla trasparenza si basa principalmente sul Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n.33 come modificato dal Decreto Legislativo 25 maggio 2016 n.97 "Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni". Anche altre leggi, però, prescrivono alle pubbliche amministrazioni ulteriori obblighi in materia; vanno citate quanto meno il Decreto Legislativo 19 agosto 2016 n.175 ("Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica") e la Legge 6 novembre 2012 n.190 ("Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e delle illegalità nella pubblica amministrazione").
Non meno rilevanti sono infine le disposizioni assunte dall'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) cui la legge attribuisce una serie di competenze in materia; vanno citate almeno la Delibera n.10 del 21 gennaio 2015, il Regolamento 23 luglio 2015, il Documento del 20 dicembre 2016, la Delibera n.1309 del 28 dicembre 2016 e la Delibera n.1310 del 28 dicembre 2016.
Il solo elenco dei principali atti che regolano il settore della trasparenza fa comprendere quanto numerosi, dettagliati e precisi siano gli obblighi previsti per le amministrazioni pubbliche. A questo proposito, è utile fare alcune considerazioni generali:

  • la trasparenza è concepita, definita e regolamentata soprattutto come forte strumento di governo e grande opportunità di interazione con i cittadini
  • la nuova normativa considera la trasparenza uno strumento essenziale nella lotta alla corruzione nella pubblica amministrazione
  • oltre a obblighi estesi, motivati, precisi e scadenzati le norme esplicitamente invitano le amministrazioni a estendere informazioni, dati e loro elaborazioni anche ad altri settori non obbligatori e con maggiore profondità
  • si insiste che dati e informazioni vengano forniti in modo facilmente comprensibile e valutabile da qualsiasi cittadino, anche non esperto, invitando a rappresentare le situazioni più complesse (bilanci, partecipazioni…) in modo semplice e comprensibile copertina
  • è previsto che la pubblicazione di dati e informazioni sia facilmente accessibile tramite percorsi lineari e semplici sul sito
  • canali e strumenti di controllo, relativamente al rispetto degli obblighi, sono stati moltiplicati e aperti a tutti (cittadini, associazioni, gruppi…) senza limitazioni, aggiungendosi a quelli tradizionali (ANAC, TAR…).

Oggi, qualsiasi cittadino ha la facoltà e il diritto di accedere a qualsiasi informazione tramite atti di accesso civico e accesso civico generalizzato (con eccezioni limitate, ad esempio per il segreto di stato).
Organi di governo
Per "organi di governo" si intendono Sindaco, Assessori e Consiglieri comunali e municipali.
Obbligo (Art.14, co.1) di pubblicazione entro 3 mesi dalla nomina di: atto di nomina, curriculum vitæ, compensi, importi viaggi di servizio e missioni, altre cariche in enti pubblici e privati e compensi, altri incarichi a carico finanza pubblica, dichiarazione patrimoniale, copia dichiarazione dei redditi, spese elettorali, variazioni patrimonio.
Dirigenti e titolari di incarichi
Dirigenti e titolari di incarichi di amministrazione, direzione o governo comunque denominati e anche i dipendenti che ricoprono per delega posizioni funzionali devono pubblicare (Art.14 co.1bis-1quinques, 2) la documentazione già vista al paragrafo 2.1 (fatta eccezione, ovviamente, delle spese elettorali). E' stato introdotto un obbligo ulteriore: gli atti di conferimento degli incarichi devono contenere gli obiettivi di trasparenza; il mancato raggiungimento degli stessi determina responsabilità dirigenziale. Tale obbligo è stato introdotto dal D. Lgs. 97/2016. La scadenza di legge sarebbe il 23 dicembre 2016, ma l'ANAC ha ritenuto possa essere fine marzo 2017.
Organizzazione
E' previsto l'obbligo (Art.13 co.1) di rappresentare l'organizzazione degli uffici rispettando standard di qualità (Art.6): integrità, costante aggiornamento, completezza, tempestività, semplicità di consultazione, comprensibilità, omogeneità, facile accessibilità (Delibera ANAC n.1310, pag.9-10). In altre parole il cittadino "normale" deve poter trovare semplicemente tutte le informazioni su uffici e servizi del Comune con link (pag.6 Allegato ANAC).
Consulenti e collaboratori
L'Art.15 prevede l'obbligo di pubblicazione per ciascun consulente e collaboratore entro tre mesi dalla nomina di: estremi dell'atto, ragione e ammontare, curriculum vitæ, dichiarazioni su incarichi e cariche in altri enti o attività professionale. L'art.53 co.14 del D. Lgs 165/2001 prevede l'obbligo di attestazione di insussistenza di conflitti di interesse e la pubblicazione di tabelle con elenchi.
Personale
Gli obblighi per i Dirigenti e titolari di incarichi sono stai visti al paragrafo 2.2 . Per il personale in generale è previsto (Art.14, 16, 17, 18, 21 del 33/2013, Art.47 e 53 del 165/2011 e Art.55 del 150/2009) l'obbligo di pubblicazione di: posizioni organizzative, conto annuale del personale, costo personale tempo indeterminato, personale non a tempo indeterminato e costo, tassi di assenza, incarichi conferiti, contrattazione collettiva, contratti integrativi e costi, dati OIV.
Enti e società controllate
L'obbligo riguarda la pubblicazione: a) di una serie di dati (Art.22 del 33/2013, Art.20 del 39/2013, Art.19 del 175/2016) relativi a enti pubblici vigilati, società partecipate, enti di diritto privato controllati; b) provvedimenti dell'amministrazione e delle società (Art.22 del 33/2013 e Art.19 del 175/2016) su obiettivi. Il mancato rispetto dell'obbligo comporta il divieto di erogare somme di danaro in favore delle controllare. Inoltre le società controllate sono da considerarsi amministrazioni pubbliche su cui ricadono obblighi di trasparenza, salvo specifiche eccezioni. E' dovere del Comune verificare il rispetto di tali obblighi.
Provvedimenti e decisioni degli organi di governo e dell'amministrazione
Gli obblighi riguardano la pubblicazione di Delibere atti di Giunta e del Consiglio, determinazioni dei dirigenti (Art.23 del 33/2013 e Art.1 190/2012).
Bilanci
Obbligo di pubblicare i Bilanci preventivi e consuntivi in formato tabellare esportabile, obbligo di dati in forma sintetica aggregata e semplificata per agevolare la comprensione anche con grafici (Art.29 del 33/2013, Art.5 del Dpcm 26 aprile 2011, Dpcm 29 aprile 2016). Obbligo di indicatori e risultati attesi (Art.29 del 33/2013, Art.19 e 22 del 91/2011, Art.18bis 118/2011).
Patrimonio immobiliare e Gestione del patrimonio
Obbligo (Art.30) di pubblicazione dati e informazioni su patrimonio immobiliare posseduto e detenuto e canoni versati o recepiti. Si tratta di uno dei settori più rilevanti dal punto di vista economico e di interesse pubblico.
Sovvenzioni e contributi
Obbligo di pubblicazione (Art.26 e 27) di informazioni e dati dettagliati relativi a sovvenzioni e contributi di qualunque genere superiori a 1.000 euro a persone, enti pubblici e privati.
Bandi di gara e contratti
Innumerevoli obblighi (Art.37 del D.Lgs. 33/2013 e Art.29 del D.Lgs. 50/2016) per la trasparenza di gare, contratti, affidamenti (avvisi, esiti, composizione commissioni, risultati, motivazioni di affidamenti invece che gare, incontri con portatori di interessi, provvedimenti di esclusione e ammissione, testo integrale dei contratti e resoconto della loro gestione al termine, …).
Performance
L'obbligo di pubblicazione (Art.10 e 20 del 33/2013) è relativo a documenti, relazioni, criteri e dati di distribuzione di premi al personale.
Informazioni ambientali
Obbligo (Art.40 33/2013) di documentazione su stato dell'ambiente (acqua, aria, fattori inquinanti, rifiuti…).
Altri contenuti
Sono previsti obblighi di pubblicazione (Art.10 e 43 del 33/2013, Art.1 del 190/2012, Art18 del 39/2013) di Piani, Relazioni, Regolamenti su prevenzione di corruzione e trasparenza, di informazioni su accesso civico, generalizzato e registro degli accessi oltre ad altri dati.
Riferimenti normativi

  1. Decreto legge trasparenza - D. lgs. 33/2013
  2. Decreto legge trasparenza (Freedom of Information Act) - D. lgs. 97/2016
  3. Decreto ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni - D. lgs. 150/2009
  4. Legge 190/2012 - pubblicazione informazioni su contratti pubblici e trasmissione all'ANAC
  5. Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica - D. lgs. 175/2016
  6. Delibera ANAC 1310 Anticorruzione
  7. Linee guida ANAC per la Trasparenza
  8. Linee guida ANAC Foia
  9. Codice dell'amministrazione digitale CAD - D. lgs. 82/2005 (e successivi aggiornamenti)
  10. Linee guida AGID per il Design dei siti PA
  11. Linee Guida Nazionali per la Valorizzazione del Patrimonio Informativo Pubblico 2016

© La Gazzetta di Santa