Testata Gazzetta
    Attività del Comune

Porto: quale delle tre?

Le richieste di numerosi cittadini per avere accesso al progetto di "fronte mare" presentato dalla società Santa Benessere & Social sono state respinte con la soffolta lettera riportata a lato, che richiama la legge n.241 del 7 agosto 1990. Una legge decisamente superata alla luce della legislazione successiva, così come giustamente recepito dalla deliberazione n. 288 della Giunta comunale di Santa Margherita, datata 7 agosto 2013.
La Gazzetta aveva affrontato l'argomento in più articoli: chi volesse approfondire può leggere Accesso agli atti amministrativi: il fac-simile per l'istanza e Come richiedere l'accesso agli atti gratis.
Lo stesso sito istituzionale del Comune, alla voce "Amministrazione trasparente – Accesso civico" riporta chiaramente il contenuto del "Decreto Trasparenza (Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n. 33 Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni - pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 80 in data 05/04/2013 - in vigore dal 20/04/2013)".

Come si spiega allora il rifiuto con una motivazione che appare non più applicabile?
Proponiamo tre opzioni:

  • i problemi legali sollevati dalla SB&S al fine di limitare la diffusione del progetto hanno un fondamento giuridico;
  • il Dirigente responsabile non è a conoscenza delle novità legislative;
  • l'Amministrazione gioca su eventuali carenze delle richieste (riferimento a normative superate) per evitare una risposta, favorendo di fatto la SB&S (si tenga presente che "la scelta del cittadino di utilizzare un formato o un modulo diverso da quelli messi a disposizione dall'amministrazione non rende la domanda inammissibile né legittima il suo rigetto").

In assenza di un chiarimento da parte del Dirigente o del Sindaco, chiunque è autorizzato a propendere per l'ipotesi più pessimistica.

In ogni caso è bene sapere che, per il nostro Comune, Responsabile della trasparenza è il dott. Marco Mordacci, segretario generale, al quale spetta l'eventuale avvio del procedimento sanzionatorio verso chi non rispetta la Legge.

© La Gazzetta di Santa