Testata Gazzetta
    Attività del Comune

Quali sono i sintomi significativi del coronavirus?
di Nicolò Olia

News Mondo – 15 marzo 2020

La febbre è il principale campanello d'allarme ma non è il solo caso.

Con il coronavirus che ormai dilaga in Italia da settimane, iniziano ad emergere dettagli più specifici anche su quelli che sono i sintomi che possono e devono provetta davvero spingerci a una riflessione e un atteggiamento prudente.
Coronavirus, i sintomi del contagio
Partiamo dai dati di fatto. Come noto i sintomi del COVID-19 sono pericolosamente simili a quelli dell'influenza stagionale e possono facilmente essere confusi. Febbre, tosse secca e difficoltà respiratorie sono le tre parole d'ordine che dobbiamo tenere sempre a mente.
Coronavirus, quali sono i sintomi che devono destare preoccupazione
La diffusione del coronavirus ha consentito alle autorità sanitarie di avere materiale di studio. Ossia è possibile fare una percentuale sui sintomi che hanno avuto le persone contagiate. In questo modo possiamo stilare un piccola lista dei sintomi più preoccupanti o che comunque devono spingerci a una riflessione e all'adottare un comportamento responsabile verso le persone che ci circondano.

Febbre Il sintomo principale o almeno quello più diffuso è la febbre con la temperatura superiore ai 37 gradi e mezzo. Questo non rappresenta un dato certo del contagio ma deve far scattare le prime riflessioni.
Tosse secca Il secondo sintomo è quello della tosse, ma si tratta di una tosse secca, stizzosa, senza catarro.
Difficoltà respiratoria Il terzo sintomo è quello della difficoltà respiratoria da intendersi come un senso di apnea, accompagnato da una sensibile difficoltà nel parlare.
Gli altri sintomi registrati Gli altri sintomi sono quelli di un senso di affaticamento, mal di gola, mal di testa, instabilità intestinale.

© La Gazzetta di Santa