Testata Gazzetta
    Attività del Comune

Viale Rainusso: domande e risposte

Consiglio comunale del 29 settembre 2021: discussa la «Interpellanza Gruppo consiliare "Progetto Santa Insieme con Voi" ad oggetto "Viale Rainusso".
Il testo dell'interpellanza: potatura

Al Sig. Sindaco
del Comune di Santa Margherita Ligure
Oggetto: Viale Rainusso.
I sottoscritti Consiglieri comunali, visto quanto disposto dall'art. 45 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, che tratta l'istituto dell'interpellanza, con la presente avanzano la seguente richiesta, al fine di coinvolgere l'intero Consiglio Comunale ad esprimersi sull'argomento indicato in oggetto.
Premesso che
Il 26/02/2021 la Giunta comunale ha deliberato la riqualificazione di Corso E. Rainusso, con cui è stato approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica; tale progetto prevede l'abbattimento di un numero imprecisato di alberi (tigli e aranci) da oltre ottant'anni presenti nel succitato viale; i cittadini sammargheritesi hanno dato vita a un comitato spontaneo per la tutela degli alberi che ha raccolto in pochi giorni, mediante una petizione, oltre 2500 firme; la tutela del patrimonio verde, così come evidenziato nel "Regolamento comunale di verde pubblico e privato" è una priorità inderogabile.
Tutto ciò premesso, si chiede alla S.V. di comunicare quali provvedimenti intenda assumere e/o abbia già assunto l'Amministrazione e di voler conseguentemente relazionare l'intero Consiglio Comunale in merito a quanto segue:
L'amministrazione comunale intende presentare alla cittadinanza il progetto di cui alla premessa?1 Se si, ci sa dire quando?2
E' stata redatta dal Dott. Antonio Battolla una relazione avente ad oggetto lo stato fitosanitario delle piante di tiglio del predetto Viale?3 Come ha concluso il Dott. Battolla?4
Gli interventi di manutenzione sul verde, in particolare sulla componente arborea, sono stati sempre eseguiti - e/o verranno eseguiti - secondo quanto disposto dall'art. 7 del Regolamento che li impone in conformità ai "criteri agronomici e le tecniche colturali più aggiornate, al fine di migliorare la qualità della vegetazione, allungando il ciclo vitale degli alberi e favorendone un normale sviluppo, mettendo in atto tutte le pratiche necessarie per mantenere in salute e in sicurezza le componenti del sistema verde"?5
Risulta essere mai stato effettuato - e/o verrà effettuato - ai sensi dell'art. 8 del Regolamento, il "censimento del verde ad uso pubblico" e il successivo "monitoraggio costante e programmato della vegetazione arborea (palme comprese)"?6 Se si, ci sa dire quando?7
E' a conoscenza di quanto disposto dall'art. 14 del Regolamento secondo cui "L'abbattimento, o la potatura drastica, dovranno essere compensati da un intervento di ripristino ambientale ovvero dal reimpianto di nuovi alberi"?8 Detto intervento di ripristino/reimpianto è previsto mediante utilizzo di esemplari della stessa specie della pianta che è stata abbattuta o di specie appartenenti alla stessa classe di grandezza e usuali nel paesaggio costiero del levante ligure?9 dulcamara
E' a conoscenza di quanto disposto dall'art. 16 del Regolamento secondo cui "L'obiettivo primario della potatura è mantenere piante sane, piacevoli alla vista e soprattutto con il massimo sviluppo della chioma compatibile con l'ambiente circostante, in modo da fruire appieno degli effetti ambientali benefici della stessa" e che "la potatura deve essere limitata alla sola rimozione delle porzioni di chioma secche, di quelle lesionate o alterate da attacchi parassitari e da danni meccanici o meteorici, che possono pregiudicare la salute della pianta e/o la sua stabilità"?10
E' a conoscenza di quali tipi di potature straordinarie siano stati "vittime" i tigli di corso Rainusso?11 Può riferirci se si tratti di una potatura di risanamento, ovvero di capitozzatura?12 Negli ultimi sette anni, in quali periodi dell'anno risultano essere state eseguite le potature e di quale consulente tecnico qualificato l'Amministrazione si è avvalsa?13
Con osservanza. Santa Margherita Ligure, 23 settembre 2021. Progetto Santa Insieme con Voi.

Ecco che cosa ha capito un comune cittadino che ha ascoltato il dibattito, sempre con la speranza che l'Amministrazione dia una versione più completa.
1 Il progetto, variato rispetto alla versione del 2015, è allo studio di fattibilità: sarà poi presentato ai consiglieri e, successivamente, alla popolazione.
2 Per il momento non sono ipotizzabili date.
3 La relazione è stata consegnata ai consiglieri, su loro richiesta, il giorno 29 settembre: non risulta disponibile sul sito istituzionale.
4 Pare che i tigli ammalorati siano dieci.
5 La risposta è affermativa.
6  La risposta è affermativa.
7 Nel 2013.
8 Senza risposta.
9 n/a
10 Senza risposta.
11 Potatura "a testa di salice"
12 Non si tratta di capitozzatura.
13 A regola d'arte.

La Gazzetta non perde occasione di rilevare che anche in questo caso si dà per scontato che i cittadini vadano semplicemente informati al termine della progettazione, senza alcuna previsione di un loro coinvolgimento attivo. Afferma il sindaco "mi sorprende il fatto che dobbiamo discutere di un progetto che ad oggi non è finito, abbiamo soltanto un mero studio di fattibilità che è funzionale a mettere a triennale i soldi necessari per l'esecuzione dei lavori".
Da notare poi l'invito del sindaco a parlare di "dati reali": "stasera ho ascoltato consiglieri che prima parlavano di 90 alberi, poi di 100, ma sapete che parliamo di 68 alberi". Peccato che ignori completamente gli aranci, dando forse per scontato che vadano comunque eliminati: se i tigli sono 68, gli alberi sono ben di più.
Sarebbe bene approfondire anche quanto accennato dall'assessora Tassara "sei obbligato ad adeguarti a delle normative": a quali normative si riferisce? "La carreggiata non è larga in una maniera sufficiente a quello che è il traffico di oggi e alla sicurezza sulla strada": allora, che cosa fa l'amministrazione per il vero collo di bottiglia, via Cuneo?

Come si vede i dubbi sono numerosi e non sempre si riesce a escludere che ci siano elementi di valutazione nascosti al cittadino.

© La Gazzetta di Santa