Testata Gazzetta
    Pezzi di storia

"Les jeux sont faits. Rien ne va plus." Eletto il sindaco

"I giochi son fatti. Scommesse finite."… è la formula che usa il croupier per chiudere le puntate nel gioco della roulette: la campagna elettorale si è pubblicità conclusa, i cittadini hanno votato e il sindaco è stato eletto.
"Tutto è bene quel che finisce bene", afferma il titolo di una commedia di Shakespeare, ma ci ha colpito la caduta di stile dello sponsor di un candidato, proprio alla vigilia del voto, che ci ha fatto pensare a un vecchio aforisma: "L'odio è il sentimento più appropriato di fronte all'altrui superiorità"1.

torta Cinque anni fa ci eravamo rallegrati della scoperta di un "cavallo di razza": Guglielmo Caversazio e il gruppo di giovani che l'avevano accompagnato nella consultazione elettorale. Si erano posizionati terzi (cioè ultimi) con 1.136 voti (20,99 %)2: dopo cinque anni di lavoro e presenza in Consiglio comunale, i voti sono diventati 2.573 (53,02 %) contro 2.280 (46,98 %) di Emanuele Cozzio [+ Schede non valide/contestate 157 → votanti 5.010 su 9.861 elettori (50,81 %)].

radar preferenze In maggioranza dovrebbero sedere (tra parentesi il numero di preferenze): Caversazio, Brunetti (497), Palli (243), Marenco (236), Trabucco (231), Turrin (200), De Giovanni (188), Fois (170); in minoranza Cozzio, Marchesini (361), Costa (348), Pastine (298).


1 Ambrose Gwinett Bierce (1842-1914), scrittore e giornalista statunitense
2 Donadoni 2.563 (47,35 %), Marsano 1.714 (31,66 %), Caversazio 1.136 (20,99 %) + Schede non valide 152 → votanti 5.565 su 9.593 elettori (58,01 %)

© La Gazzetta di Santa