Testata Gazzetta
    Riferimenti

I nobili? Tutti in ferie a Santa

affaritaliani - 14 settembre 2017

Per la nobiltà milanese come per tutta la Milano bene, mare vuol dire Santa (Margherita Ligure, nel Golfo del Tigullio) e Forte (dei Marmi, in Versilia).
D'altronde proprio a Santa, o, più precisamente, a Prelo di San Michele di Pagana, vi è la residenza estiva dei Gran Maestri del Sovrano Militare Ordine di bandiera Malta, e, anche quest'anno, sul castello-palazzo donato all'ordine dai Marchesi Spinola, garriva la croce ottagona, segno della presenza del Luogotenente Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto.
Peraltro a Santa, non è frequentata solo dai cavalieri di Malta, come ad esempio il delegato della Lombardia, barone Guglielmo Guidobono Cavalchini, ma anche dai fedeli della Real Casa Savoia, come il sempre elegantissimo conte piemontese Lodovico Boetti Villanis.
Sempre nel Tigullio erano presenti il noto fotografo internazionale Alessandro Barbiano di Belgioioso, Laura Amadio Belelli che, in zona porto, ha anche aperto un raffinatissimo negozio per bambini (Frau Lau, abbigliamento per mamme e figli, cucito a mano), i nobili Brambilla (dei distinti rami di Civesio e Carpiano), i baroni Ferrari Ardicini, i conti Folonari (tra i più importanti produttori ed esportatori di vino italiano nel mondo), i conti Ganassini di Camerati (industriali Tortuga della famosa marca cosmetica Rilastil), le famiglie Medolago Albani e Rocco di Torrepaluda.
Immancabili i caffè e gli aperitivi al Tortuga sul porto (presenti spesso gli economisti Arturo Artom e Riccardo Puglisi (rispettivamente consiglieri di Beppe Grillo e Stefano Parisi) e la nuova assessore alla cultura del comune di Genova, Elisa Serafini.
Due gli eventi clou, il concerto a Villa Durazzo Centurione, della pianista Isabella Inzaghi e del soprano Elisa Maffi, e la cena di mezza estate, organizzata dalla associazione Aristocrazia Europea, in uno dei più bei ristoranti della Liguria, il Capo Nord di Augusto Sartori, posizionato sugli scogli in riva al mare; presenti il regista Claudio Bernieri, Roberto e Veronica Jonghi Lavarini, Francesca Lovatelli Caetani con il marito Enzo De Feo, i conti Alessandro Romei Longhena e Villa Durazzo Cesare Vernarecci di Fossombrone d'Angiò della Vena e, ospite d'onore, Sua Altezza Imperiale il giovane principe russo Vladimir Cantacuzene, uno dei legittimi eredi al trono di Bisanzio, riconosciuto come tale dalla Chiesa Ortodossa di Costantinopoli. Abiti eleganti e informali le dame e camicia bianca i gentiluomini, qualcuno anche la giacca blu, senza cravatta.

A organizzare tutta una serie di eventi in Versilia, è, come tutti gli anni, il mondanissimo marchese Emilio Petrini Mansi della Fontanazza che ha avuto ospiti ambasciatori, scrittori, professori universitari, gente dello spettacolo, e Sua Altezza Reala la Principessa Maria Pia di Savoia.
Presenti, fra gli altri, il milanese Gianpaolo Berni Ferretti dei conti di Castel Ferretto. Sempre a Forte, la Consulta dei Senatori del Regno, presieduta dal Professor Pierluigi Duvina, ha organizzato una processione cavalleresca, con vistosi mantelli rossi dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro (della Real Casa Savoia), per il restauro della chiesa di Forte dedicata a Sant'Ermete.

© La Gazzetta di Santa