Testata Gazzetta
    Riferimenti

Fumo in spiaggia
di Annamaria Villafrate

Studio Cataldi – 22 luglio 2018

Ecco dove è vietato fumare in spiaggia e anche dove è consentito: la legge prevede multe fino a 300 euro per chi getta i mozziconi a terra o in acqua

Tanti gli stabilimenti balneari che da diversi anni vietano di fumare in spiaggia, non per un accanimento gratuito nei confronti dei fumatori, ma per l'esigenza di pistola tutelare chi ha problemi di salute o non vuole respirare il fumo altrui. Il fumo però non danneggia solo la salute, ma anche l'ambiente. Per questo la legge n. 221/2015 prevede multe fino a 300 euro per chi getta i mozziconi a terra, in acqua e negli scarichi.
Fumo in spiaggia: dove è vietato
I Comuni delle coste italiane da anni lottano contro il fumo e l'inciviltà di quanti utilizzano la spiaggia come una discarica. Ogni anno i Sindaci, facendo tesoro dell'esperienza balneare dell'anno precedente, emettono ordinanze e regolamenti che prevedono multe più salate dell'acqua del mare, per punire gli indisciplinati.
Quest'anno colpisce la volontà, ma anche la creatività dei primi cittadini, animati dal desiderio di proteggere le loro spiagge.

  • Il Comune di Cabras (Oristano) vieta fino al 2021 di fumare in spiaggia se non ci si munisce di posacenere in cui gettare i mozziconi. Per chi trasgredisce multe fino a 500 euro.
    La spiaggia veneta di Bibione, grazie al progetto "Respira il Mare", da quest'anno è diventata smoke free in tutti i bagni che si succedono lungo 8 chilometri di lido. In realtà si tratta di un invito al momento, ma l'ordinanza con il divieto espresso è prevista per l'anno prossimo. Meglio quindi iniziare ad abituarsi da quest'estate!
  • A Stintino (Sassari) per proteggere la meravigliosa spiaggia della Pelosa è vietato fumare, utilizzare gli asciugamani se non previamente posati sulle stuoie, usare saponi e detergenti.
  • Divieto di fumo anche nello stabilimento di Sant'Antonio delle Fornaci (Savona).
fumatrice

Multe per chi getta i mozziconi per terra o in acqua
Nelle spiagge in cui è ancora consentito il fumo si applica comunque per legge un altro divieto: quello di gettare i mozziconi di sigaretta.
La legge n. 221/2015 (cosiddetto Collegato Ambientale) vieta infatti di abbandonare i mozziconi dei prodotti da fumo sul terreno, nelle acque e negli scarichi [è bene ricordare che anche in città i mozziconi lasciati nelle caditoie o scarichi finiscono in mare] e per chi viola tale disposizione è prevista una sanzione amministrativa minima di 60 euro e massima di 300 euro, pari al doppio di quella stabilita in caso di abbandono di rifiuti di piccole dimensioni.
L'art. 40 della legge n. 221/2015 prevede in ogni caso che è compito dei Comuni "installare nelle strade, nei parchi e nei luoghi di alta aggregazione sociale appositi raccoglitori per la raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo".

© La Gazzetta di Santa