Testata Gazzetta
    Pezzi di storia

Le strade raccontano

"Leggere lo stradario di una città è come consultare un'enciclopedia: nomi noti e meno conosciuti di personaggi, date, mestieri, località… ognuno di essi ha copertina una sua storia e un suo perché.
Per alcuni si è perso ogni riferimento ed è come se fosse andata perduta una parte dell'identità di Santa Margherita, perché le intitolazioni non sono semplici indicazioni per rintracciare i luoghi, ma raccontano la storia della comunità, cioè il nostro passato." quartieri
Un libro di recente pubblicazione raccoglie documenti, testimonianze, curiosità che, con il passare del tempo, sarebbero destinati all'oblio.
Lungi dall'essere una fotografia consolidata, l'autore afferma che il suo lavoro "può essere arricchito con l'apporto di integrazioni o nuovi contributi e ringrazia chi, leggendo questo libro, vorrà segnalare errori e lacune" e si pone l'obiettivo di fornire uno spunto per "guardare la città con occhi meno distratti, individuare nei luoghi di vita quotidiana tracce della storia che i nostri antenati ci hanno lasciato".

La toponomastica cittadina è ripercorsa con un occhio alla sua evoluzione storica e completata con riferimenti normativi. vignetta
Interessante l'analisi dello sviluppo urbanistico di Santa Margherita, da quando "vi erano due borghi cresciuti come base logistica dell'attività marittima e agricola, che facevano riferimento a due chiese: Santa Margherita (Pescino, Ghiaia) e San Giacomo (Corte)", "gli spostamenti interni avvenivano soprattutto a piedi, mentre per i viaggi più lunghi si preferivano il cabotaggio e i percorsi lungo il crinale", "i tre torrenti Magistrato, San Siro e Nozarego (di Corte)" non erano ancora coperti.
Poi "la rete stradale si infittì sia a livello comunale che a livello intercomunale: a dicembre del 1966 l'autostrada arrivò a Rapallo, facilitando le comunicazioni e il flusso turistico. Questo provocò fenomeni di congestione (in particolare durante i periodi di maggiore frequentazione turistica; il picco di abitanti fu raggiunto nel 1970 con 12.846 residenti, senza contare il numero costantemente crescente di non residenti, proprietari di seconde case), che perdurano ancora oggi".

Il libro è acquistabile presso la "Galleria-Libreria dell'Arco" (12 euro), ed è offerto in omaggio ai soci dell'Associazione "Spazio Aperto".

© La Gazzetta di Santa