Testata Gazzetta
    Pezzi di storia

Il Chiosco della Musica

Il Mare – 28 novembre 1925

I festeggiamenti pel cinquantenario della banda cittadina Cristoforo Colombo

foto 1 (foto della raccolta Renato Dirodi)

Quest'anno la nostra banda cittadina Cristoforo Colombo ha festeggiato con solennità la festa di S. Cecilia [la Santa viene ricordata il 22 novembre] con l'inaugurazione del Chiosco dei concerti, e il Gonfalone Sociale.
Il chiosco per i concerti venne costruito in piazza Vittorio Emanuele, regalato dal benemerito presidente della Filarmonica cav. ufficiale Luxardo Costantino, eseguito dalla Ditta cav. Lazzaro Poggi su disegno del concittadino Ing. Luigi Oliva, consigliere provinciale, e con decorazione del pittore Franceschetti. Il Gonfalone invece venne gentilmente donato dalla signora Elisa Poggi. Alle ore 10 di domenica scorsa 22 corr. in Piazza Costa [oggi Piazza G. Mazzini], si formò un imponente corteo composto da tutte le Associazioni cittadine con bandiere, le Autorità Politiche e militari, le Scuole ecc. recandosi in piazza Vittorio Emanuele dove ebbe luogo la cerimonia.

foto 2 (foto della raccolta Renato Dirodi)

La cerimonia si iniziò alle 10.30 col canto della Vergine degli angeli del maestro G. Verdi eseguito sulla gradinata della Cassa Armonica dalle alunne delle nostre Scuole Elementari tutte vestite in bianco con nastro azzurro a tracolla, sotto la direzione del maestro cav. Alessio Luigi canto eseguito in modo ammirevole, e vivamente applaudito dai presenti.
S'inaugurò successivamente il Chiosco per i concerti, e si scopersero al suono della Marcia Reale le due targhe di bronzo del Comune, collocate una da una parte e l'altra dall'altra del chiosco, con la seguente dicitura: Edificato, e donato al Comune, l'anno MCMXXV per la munificenza, del cav. uff. Costantino Luxardo. La signorina Poggi consegnò con parole d'occasione al Presidente della Filarmonica il gonfalone, benedetto dal rappresentante del vescovo di Chiavari.

foto 3 (foto della raccolta Renato Dirodi)

Si procedette quindi alla benedizione del chiostro ed il sig. cav. Lazzaro Poggi a nome del sig. Luxardo Costantino fa la consegna del Chiosco al sig. Alberto Isola, Commissario Prefettizio della nostra città.
Prende quindi la parola il sig. Alberto Isola il quale, dopo aver ringraziato il cav. uff. Luxardo per il munifico dono e dopo aver ricordato le benemerenze acquistate dalla valente filarmonica cittadina a cui ha dato e darà tutto il suo appoggio, passò a parlare del nuovo chiosco che, egli disse, ha sollevato tanti commenti, ed una infinità di critiche.
Esaltò la figura del cav. Costantino Luxardo esaminandone i meriti acquisiti prima, durante e dopo la guerra. Costantino Luxardo, egli disse, è un campione della razza ligure; in lui oggi, noi intendiamo onorare tutti i nostri emigrati che rappresentano veramente la grande riserva della Nazione, che sono una fonte viva di patriottismo e di devozione all'Italia, e, concludendo: eleviamo, o signori, il nostro pensiero ed il nostro spirito al di sopra di ogni vana parola, al di sopra dell'opera che qui si inaugura e che resterà testimonio dell'amore di un figlio verso la città madre, e guardiamo alla realtà radiosa rappresentata dalla Patria nostra, risorta a nuova vita ed i cui figli sono tutti spiritualmente uniti di qua e di là degli Oceani e inneggiano al grande Artefice delle più grandi opere, al condottiero invitto delle battaglie pacifiche, a Benito Mussolini superbo Pilota della nave magnifica, l'Italia. [il contesto è quello dell'anno 1925; gli avvenimenti successivi avrebbero portato a considerazioni diverse]

foto 4 (foto della raccolta Renato Dirodi)

Il patriottico e forte discorso del nostro Commissario Prefettizio venne alla fine salutato da vivissimi applausi, e Alberto Isola ricevette moltissime congratulazioni dai presenti.
Quindi si ricompose il corteo che percorse nuovamente le vie principali, fino all'Hotel Elio dove alle ore 12 ebbe luogo il banchetto offerto dalla Filarmonica al quale presero parte invitati e tutti i musicanti della filarmonica Cristoforo Colombo; oltre cento persone. Regnò la più perfetta cordialità, ed allo spumante il collega Arturo Gandolfo dette lettura delle numerose adesioni. L'allieva signorina Norina Costa per incarico delle sue colleghe, offrì le insegne cavalleresche al maestro cav. Alessio Luigi che, tra i vivissimi applausi dei presenti, queste, vennero consegnate al festeggiato dal nostro Commissario Prefettizio.
Il cav. Lazzaro Poggi a nome dell'Amministrazione della banda con parole d'occasione offrì al maestro una medaglia d'oro, ed a nome dei musicanti parlò il sig. Corrado Bertoni. Tutti vivamente applaudì. foto 5
S'alzò quindi il sig. Alberto Isola, il quale fece nuovamente un elogio ai musicanti, esaltando l'opera del maestro e terminando applauditissimo inviando un saluto all'Amministrazione della banda ed al suo Presidente. In ultimo parlò il collega Melitto Larco a nome della Stampa.
Alle ore 14.30 con dieci minuti di ritardo giunse la banda di Sestri Levante, ricevuta dalla nostra banda cittadina, dopo un giro per la città si recarono all'Hotel Centrale del sig. Quaglia Giuseppe al ricevimento offerto dal Municipio. Brindarono il sig. Alberto Isola, il Sindaco di Sestri Levante cav. A. Dogliotti, il sig. Bò Presidente della Filarmonica di Sestri Levante ed il collega Arturo Gandolfo per la Direzione della nostra Filarmonica.
Alle ore 16 come stabilito, la banda di Sestri Levante diretta dal maestro M. Dotti svolse un ammirabile e scelto programma, vivamente applaudito dal foltissimo pubblico che gremiva la piazza. Enorme successo ebbe pure l'esecuzione della Marcia Eroica del maestro prof. Alessio Achille eseguita dalle due bande insieme, che dovette essere bissata.
Con l'Inno Giovinezza e con la Marcia Reale si chiuse l'indimenticabile festa.


Il 28 dicembre 2004 La Gazzetta di Santa ha pubblicato l'articolo "Banda Filarmonica Cristoforo Colombo"; il 5 settembre 2016 e il 28 novembre 2017 ha dedicato due articoli alla figura di Costantino Luxardo.
Il Chiosco sarà demolito nel 1962.

© La Gazzetta di Santa