Testata Gazzetta
    Pezzi di storia

Il cinema a Santa Margherita

Riportiamo un articolo pubblicato a novembre 2011 dalla testata on line di informazione cinematografica "FilmDoc", a firma del critico Luciano Rainusso di Rapallo. proiezione

E' certo che nell'anno 1910 alcune pellicole furono proiettate in un locale denominato Radium, e ripetute l'anno successivo al Caffé Centanaro (l'ubicazione di entrambi i locali è rimasta ignota).
In seguito, altre proiezioni ebbero luogo al Verdi1, un teatro fatto costruire nel 1910 in via Giuncheto, da Giuseppe Quaquaro, animoso cittadino (come lo ebbe a definire lo storico A.R. Scarsella). Ma la prima vera sala per film fu l'Imperiale, inaugurata nel 1917 nell'attuale corso Matteotti, inizialmente diretta dal rapallese Felugo e poi dalla società Pittaluga. Col tempo avrà altri gestori e cesserà l'attività nel 1963. Sulle sue macerie verrà costruito il primo supermercato della città.
La società Pittaluga gestì pure il Teatro Mazzini, inaugurato nel marzo 1920 nell'attuale Largo Giusti [a quel tempo piazza Mazzini]. "Legittimo erede dell'Imperiale e figlio minore del tapino Verdi" – come si legge in un giornale dell'epoca – il Mazzini passò ufficialmente le consegne al novello Savoia2 il 23 dicembre 1926. (L'inaugurazione avvenne con il film "Il piccolo lord" di Palermi e Genina, la presenza dell'attore Carlo Tedeschi e l'esibizione "dell'impareggiabile artista Carmen Boni").
Costruito al posto di un magazzino, "finanziato" da Lorenzo Passalacqua e Amedeo Pelissa, sotto l'egida del rapallese Giovanni Felugo, il locale arriverà sino ai giorni nostri, con il nome di Centrale e la gestione di Lorenzo Passalacqua junior. (Per obbligo di cronaca va ricordato che il Centrale ospitò, per una decina d'anni, la rassegna del Cinema d'Essai, organizzata dal Cineclub del Tigullio e traslocata dalla vicina Rapallo per mere ragioni burocratiche).
Visse per qualche tempo in piazza Mazzini, con tanto di maschere in divisa all'inizio, il Mignon, di proprietà Gadolla-Segalerba (aperto nell'ottobre del '63 e chiuso per scadenza contrattuale nel 1985, ultimamente era gestito dai coniugi Erika e Gian Carlo Lombardo).
Altri schermi cittadini: il parrocchiale Lux, funzionante in piazza Matteotti tra il 1950 e il 1972, e le arene Icar Giardino, in via Tripoli dal 1951 al 1952, e l'Ars, in via 25 Aprile dal 1953 al 1966.

Se pensiamo che la storia del cinema è fatta risalire al 28 dicembre 1895, quando i fratelli Louis e Auguste Lumière di Lione realizzarono a Parigi la prima proiezione pubblica a pagamento, Santa Margherita approfittò ben presto della novità. Come in altre località, all'inizio la proiezione di film non costituiva uno spettacolo autonomo, ma era allestita in caffè, in sale da ballo o teatri di varietà.

Il cinema a Santa Margherita è presente non solo con le sale cinematografiche, ma utilizza i pregi del territorio e la sua capacità di attrazione di artisti, set riprese registi e attori: la città diventa il set di numerosi film.
Elenchiamo di seguito alcuni di questi film, certi che l'elenco no è esaustivo.

  • Ingratitudine (1937, drammatico) Regia di Veit Harlan
  • C'è sempre un ma! (1943, commedia) Regia di Luigi Zampa, con Carla Del Poggio, Aroldo Tieri, Nunzio Filogamo
  • La contessa scalza (1954, drammatico) Regia di Joseph Leo Mankiewicz, con Ava Gardner, Humphrey Bogart, Valentina Cortese, Rossano Brazzi, Franco Interlenghi
  • Souvenir d'Italie (1957, commedia) Regia di Antonio Pietrangeli, con Gabriele Ferzetti, Massimo Girotti, Alberto Sordi, Vittorio De Sica, Dario Fo
  • Racconti d'estate (1958, commedia) Regia di Gianni Franciolini, con Alberto Sordi, Marcello Mastroianni, Michèle Morgan, Sylva Koscina, Gabriele Ferzetti
  • Torna a settembre (1961, commedia) Regia di Robert Mulligan, con Rock Hudson, Gina Lollobrigida, Milena Vukotic
  • La congiuntura (1965, commedia) Regia di Ettore Scola, con Vittorio Gassman e Joan Collins
  • La polizia incrimina, la legge assolve (1973, poliziesco) Regia di Enzo Girolami Castellari, con Franco Nero
  • La ragazza dell'addio (1984, drammatico) Regia di Daniele D'Anza, con Daniela Poggi
  • Il Volpone (1988, commedia) Regia di Maurizio Ponzi, con Paolo Villaggio, Enrico Montesano, Enrico Maria Salerno, Eleonora Giorgi, Sabrina Ferilli, Renzo Montagnani
  • Un incantevole aprile (1992, commedia) Regia di MikeNewell
  • Sole a catinelle (2013, commedia) Regia di Gennaro Nunziante, con Checco Zalone

A questi titoli occorre aggiungere alcuni episodi dei serial "Beautiful" e "Cento vetrine" e numerosi spot pubblicitari.


1 vedi l'articolo "Il teatro Giuseppe Verdi di Santa Margherita" pubblicato dalla Gazzetta il 6 aprile 2019
2 vedi l'articolo "Salutando il novello Savoia" pubblicato dalla Gazzetta il 7 settembre 2017

© La Gazzetta di Santa