Testata Gazzetta
    Pezzi di storia

Maniman

Maniman, manaman, amannaman… un termine che si evoluto nel tempo e che, contrariamente a quanto si ritiene, non appartiene solo al genovese ma si ritrova in molte altre regioni: gi nel 1894 lo rileva chiaramente Carlo Randaccio nel suo "Dell'idioma e della letteratura genovese" «Manaman, Amanaman, voci che in vignetta genovese indicano un pericolo temuto; il piemontese ha maraman, mariman, or col significato di: risico, or con quello di: a poco a poco, a mano a mano; il lombardo ha menoman, manaman con quest'ultimo significato, pi quello di: quasi; per le voci genovesi e piemontesi nel primo senso l'etimologia oscurissima. Confronta arabo aman, sicurezza, ripetuto; celtico mar, difficolt; sanscrito mariman, morte.»
Di genovese c' un significato e una sfumatura tutta articolare, tagliati su misura della discrezione, del sarcasmo e della cautela che caratterizzano la storia della popolazione.

Passando in rassegna l'evoluzione nel tempo delle definizioni si ha gi una traccia di come interpretare il termine:

  • 1851 «Amannaman; Forse, Forsi, Se accade che. Avverbio di dubbio.» "Vocabolario Genovese-Italiano" di Giovanni Casaccia
  • 1851 «Amanaman, Manaman, A manaman. Voce or di timore, ed ora di interrogazione, che nel primo significato corrisponde al temo che, nel secondo al forse che.
    Amanaman u m' acciappa, temo ch'ei mi raggiunga. Amanaman cu non bello? Amanaman cu nu t'amma? Forse ch'ei non bello, o che ei non t'ama?
    Usasi anche in certo senso d'ironia e di scherno come, amanaman che ti nu posci, guarda che tu non possa. Avverbiale che accenna ad un pericolo che potrebbe incontrarsi. V adaxu ch amanaman ti derüi, va piano, se no potresti ruinare.» "Dizionario Genovese-Italiano" di Giuseppe Olivieri
  • 1863 «Voci arabiche: Manaman avverbio intraducibile in lingua italiana; vi si accosta il forse» "Idioma de' Liguri" di Emanuele Celesia
  • 1876 «Amannaman, Manaman: Voce che si adopera nei seguenti tre significati:
    1. In senso di timore: Amannaman ö m'acciappa; Temo ch'ei mi raggiunga;
    2. In senso d'ironia o di scherno: Amannaman che ti no psci; Guarda che tu non possa!
    3. Finalmente accenna ad un pericolo che potrebbe incontrarsi: Va adaxo che amannaman ti cazzi; Va piano, se no potresti cadere.»

    "Dizionario Genovese-Italiano" di Giovanni Casaccia

  • 1910 «Amannaman, cong. per paura che, forse che; poter darsi che, essere probabile che.
    Manaman, avv. man mano, a misura che; forse; per tema che.» "Dizionario Moderno Genovese-Italiano" di Gaetano Frisoni

"… non si sa mai che…": fatto apposta per "coprirti le spalle" (ti confido un segreto ma mi guardo bene dallo scriverlo, maniman sia coinvolto); "ironizzare" (non lavorare troppo, maniman ti venga l'ernia); "premunirsi" (guido piano maniman ci sia un autovelox). In alcuni casi pu anche esprimere la scusa per non prendere iniziative (potrei farlo maniman la situazione peggiori).

© La Gazzetta di Santa