Testata Gazzetta
    Pezzi di storia

I nomi dei margheritesi

Trovate di seguito un'analisi svolta sulla popolazione margheritese limitata, a causa della disponibilità dei dati, ai votanti alle elezioni del 2004: sono quindi nascita esclusi i nati dopo il 1986.
Come si può notare, per le nascite anteriori alla Seconda guerra mondiale il numero delle donne è superiore a quello degli uomini (successivamente si equivalgono): una conferma della maggiore longevità delle prime.

donne Il nome femminile prevalente è Maria: una prevalenza ancora più accentuata se si sommassero i nomi composti con Angela, Anna, Antonia, Carla, Cristina, Grazia, Luisa, Pia, Rosa, Teresa (oltre all'utilizzo in nomi composti maschili).
Nome semitico1, in ebraico è Miriam e in siriaco Mara: corrisponde al latino domina, Signora, Padrona. La Bibbia è piena di Marie: la sorella maggiore di Mosè, le tre Marie che accompagnarono Gesù sul Calvario,… ma la più venerata è la Madonna, la Vergine Madre del Redentore.
Il suo culto data dai primi tempi del Cristianesimo e nel calendario cattolico sono presenti numerose feste, tra le quali 25 marzo (Annunciazione), 31 maggio (Visitazione), 15 agosto (Assunzione), 8 settembre (Natività), 21 novembre (Presentazione al tempio), 8 dicembre (Immacolata Concezione).
L'onomastico è in genere festeggiato il 12 settembre, quando si ricorda il Santissimo Nome di Maria. uomini
Il nome maschile prevalente è Giuseppe.
Un nome che deriva dall'ebraico jasaf con il significato di Aggiunto (accresciuto da Dio) e che si abbina perfettamente con Maria della quale era lo sposo.
San Giuseppe, patrono della chiesa cattolica, si celebra il 19 marzo. Si ricordano anche Giuseppe Barsaba detto il Giusto e discepolo di Gesù, e Giuseppe d'Arimatea, che ottenne da Pilato il permesso di seppellire il corpo di Gesù.

Maria e Giuseppe sono anche i nomi più diffusi tra donne e uomini adulti in Italia.


1 Ceppo linguistico di arabi, ebrei e fenici.

© La Gazzetta di Santa