Testata Gazzetta
    Pezzi di storia

Il Collegio Lux di Santa Margherita

Un collegio di cui si è persa la memoria e del quale non ci è nota l'ubicazione.

Il Mare – 23 novembre 1929

1928 agosto 1928

Inaugurazione della nuova sede del Collegio «Lux»
Domenica mattina ha avuto luogo l'inaugurazione ufficiale della nuova sede del Collegio «Lux».
Gli intervenuti, ricevuti dalla proprietaria e direttrice sig.na Vidale, poterono constatare la perfetta rispondenza della nuova sede alle esigenze d'un istituto di educazione ed apprezzare l'ottima organizzazione interna. Tagliò il simbolico nastro S. E. la Principessa Centurione, accompagnata dal Podestà cav. Isola e dal prof. Scarsella Direttore della R. Scuola Commerciale e Direttore onorario del Collegio.
Il prof. Federico, del Collegio, fece brevemente la relazione dei risultati scolastici dei convittori nello scorso anno, parlò della nuova sede e dei criteri cui è informata la direzione e l'andamento del Collegio.
Agli ospiti venne servito il rituale rinfresco, mentre l'orchestrina egregiamente diretta dal maestro Canz suonava assai bene, della buona musica.

1929 gennaio 1929

Per chiudere il prof. Scarsella disse brevi parole di augurio al Collegio, dopodiché la simpatica cerimonia ebbe termine.
Notati tra gli intervenuti, oltre il Podestà, la Principessa Centurione e il prof. Scarsella, il Corpo Insegnante della R. Scuola Commerciale: cav. prof. Gaetano Castorina, prof. Federico Costa; Prof.sse: Biliotti Augusta, Esu Elisa, Aroldi Ginestra, Magnasco Silvia, Schizlein Susanna e Gianelli Rina; il dott. Cuneo vice Presidente del «Filologico», il cav. Mosconi Direttore della C.O.M.M., il cav. Bessolo, il cav. Mazzini Ispettore Superiore della Dogana, e molti altri. Il Capo Stazione cav. Calzolari inviò gentilmente un suo rappresentante e scusarono la loro assenza bene augurando al Collegio, il marchese Lomellini, il capitano del porto cav. Benifei, il comm. Ottolenghi ed altri, impediti ad intervenire per precedenti impegni.

Il Collegio era presente da tempo, come si rileva da altri articoli giornalistici.

Il Mare – 12 maggio 1928
La nostra "Regia Scuola Commerciale" in un commento della «Patria degli Italiani»
La Patria degli Italiani, il grande quotidiano Italiano che si pubblica in Buenos Ayres (Rep. Argentina) e che così degnamente rappresenta e difende gli interessi delle nostre colonie del Sud America, nel suo numero del 3 Aprile u. s. ha pubblicato un interessante articolo sulla nostra Scuola Commerciale, così saggiamente diretta dal prof. Attilio Regolo Scarsella, che integralmente riproduciamo:

1929_1 maggio 1929

«La Direzione di questo importante Istituto educativo italiano, sorto in S. Margherita Ligure, mercé il concorso della benemerita Società Margheritese Ligure di Buenos Ayres, ci invia con una nobile lettera una relazione completa sull'andamento didattico e disciplinare del grandioso Istituto, che, sostenuto con magnifica liberalità dai liguri residenti in Buenos Ayres, ha per fine principale quello di preparare una scelta emigrazione commerciale per le regioni sud americane. La relazione è ampia e completa e ci duole che le solite esigenze dello spazio ce ne impediscano la pubblicazione integra. Siamo lieti però di poter affermare che la Scuola, diretta e sostenuta con ampi criteri, con fervido patriottismo e coi più moderni elementi di coltura, dimostra con questa relazione di aver compiuto un gigantesco passo in avanti sulla via del progresso e del miglioramento, sia nel ramo istruzione come in quello educativo, pervasa ognora dal più alto spirito fattivo nel nome e pel decoro della Patria sempre più grande. E tale constatazione mentre può essere tema di giusto orgoglio per quei benemeriti italiani qui residenti che hanno voluto contribuire alla sua fondazione e che con tanto amore e tanto fervore continuano a sostenerla, costituisce altresì un nuovo e legittimo motivo di soddisfazione per tutti noi italiani, che, sebbene lontani dalla terra nativa, ad essa sempre dedichiamo i palpiti più sinceri del nostro cuore, compiacendoci e allietandoci di ogni suo progresso di ogni sua attività, specialmente quando, come in questa Scuola, fucina di bene intesa cultura, si lavora a preparare figli degni della grande madre.»

Il Mare – 7 luglio 1928
Esami d'ammissione nella R. Scuola Commerciale

1932 gennaio 1932

Sono terminati in questi giorni gli esami d'ammissione al 1° corso inferiore della R. Scuola Commerciale. Degli alunni presentati furono promossi i seguenti:
dallo Istituto Colombo della nostra città: Bruno Lazzaro, Cassinelli Livio, Costa Mario, Franceschetti Alvaro, Gardella Orlando, Moritti Filippo, Rainusso Stefano, Sturlese Attilio, Velo Bonaventura, Velo Prospero, Viacava Giuseppe;
dal locale Istituto di N. S. del Carmine: Mortola Elida, Mortola Olga, Rendich Pierina;
dal locale Collegio-Convitto: Beccuti Mario, Linaro Luigi;
da Scuola Paterna: Alessio Ida, Allavona Adolfo, Biasotti Mireille (Rapallo), Candiani Giuseppe, Capurro Caterina (Camogli), Castorina Annuzza, Cuneo Rodolfo, Figari Pietro (Camogli), Giovo Mario, Martini Paolo (Recco), Merani Angela (Rapallo), Oneto Italo (Recco), Roccatagliata Margherita, Vairo Edvige, Vinelli Domenico (Portofino), Hipeco Davide, Ricci Tomaso, Olivari Arturo.
Notevoli specialmente i risultati degli alunni preparati dall'Istituto Colombo che ebbe 11 promossi su 11 presentati e la quasi totalità con una media di voti 36 su 40, e tra gli alunni di scuola paterna di quelli provenienti da paesi circostanti che è di oltre il 60 per cento.

© La Gazzetta di Santa