Testata Gazzetta
    Riferimenti

Green Pass digitale europeo dal 1° luglio
di Gabriella Lax

Studio Cataldi – 29 maggio 2021

La carta per viaggiare in Europa, il pass Covid, sarà pronta da metà giugno ma operativa solo dal mese successivo

Green pass digitale europeo da luglio
Sta per arrivare, dopo l'approvazione dagli Stati membri Ue, il green pass digitale europeo per il Covid 19. Sarà telefonino l'app IO ad accogliere, a partire dalla sua entrata in vigore il prossimo 1° luglio, il certificato che darà la possibilità di viaggiare in tutta Europa liberamente e che attesta l'avvenuta vaccinazione (comprensiva di seconda dose), la guarigione dal Covid o l'esito negativo di un tampone effettuato nelle ore precedenti all'eventuale partenza. La comunicazione è stata fatta dal ministro per l'Innovazione Vittorio Colao che ha chiarito, a tal proposito: «Verso metà giugno saremo pronti e dall'1 luglio partirà.
E' un certificato, non un passaporto e forse non dovremo neppure scaricarlo ma arriverà una notifica, e chi ha l'App Io lo avrà lì dentro».

Per l'app IO al lavoro Sogei
E' stata l'app IO a risultare idonea alle richieste ed in ordine coi requisiti dell'Ue per essere uno dei canali su cui risulterà possibile la visualizzazione del certificato non appena diverrà operativa l'infrastruttura incaricata di gestire ed erogare i documenti in formato digitale. Nel frattempo Sogei (Società generale d'informatica) è al lavoro su una piattaforma che sarà incaricata di ricevere e smistare i vari flussi di dati: quello relativo ai certificati di vaccinazione per l'anagrafe vaccinale, quello che riguarda l'esito dei test diagnostici, e quello dei certificati di guarigione.

Green pass digitale europeo, come funziona
Il Green pass sarà rilasciato a ogni cittadino della comunità europea che ha ricevuto il vaccino anti Covid, o che è guarito dall'infezione o che è risultato negativo al tampone fatto 48 ore prima, e ai suoi familiari, indipendentemente dalla nazionalità. Potranno ottenere il certificato anche i cittadini di Paesi terzi che risiedono in Ue e i turisti che hanno il diritto di viaggiare in altri Stati membri. Il Green Pass europeo non è da confondere con quello valido sul territorio nazionale.

Green pass digitale europeo, come ottenerlo
Per il pass potrebbe anche non essere necessario aver completato il ciclo vaccinale, perché potrebbe essere valido già 15 giorni dopo aver ricevuto la prima dose. Il ministro ha poi aggiunto che il certificato consentirà di viaggiare liberamente in Europa. I certificati saranno ottenibili dalle strutture sanitarie quindi: Asl, farmacie, laboratori diagnostici, centri vaccinali, ma anche dal medico di base. E sarà anche possibile scaricarli dal proprio fascicolo sanitario. Del rilascio del certificato sono responsabili le autorità nazionali attraverso, ad esempio, l'ospedale che ha preso in cura il malato, il centro diagnostico che ha effettuato il test o l'Asl presso cui si è fatto il vaccino.

© La Gazzetta di Santa