Testata Gazzetta
    Riferimenti

Bonus TV per tutti

Lo avevamo anticipato a dicembre nell'articolo "Nuovo digitale terrestre dal 2021: chi deve sostituire TV o decoder", quando era previsto un bonus vincolato ad un ISEE non superiore a 20.000 euro: dal 7 luglio è prevista un'agevolazione generalizzata.

I cittadini che acquistano televisori compatibili con i nuovi standard tecnologici di trasmissione del digitale terrestre Dvbt-2/Hevc Main 10 possono godere di uno scelta sconto del 20% sul prezzo di acquisto, fino a un massimo di 100 euro, rottamando un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018.
A differenza del precedente incentivo, che resta comunque in vigore ed è pertanto cumulabile per coloro che sono in possesso di tutti i requisiti, il bonus rottamazione TV non prevede limiti di ISEE1. In particolare, verrà riconosciuto un bonus per l'acquisto di un televisore per ogni nucleo familiare fino al 31 dicembre 20222.
I requisiti necessari sono tre:

  • residenza in Italia,
  • rottamazione di un televisore,
  • pagamento del canone di abbonamento al servizio di radiodiffusione (a meno che non siano esonerati).

La rottamazione potrà essere effettuata in sede di acquisto del nuovo televisore, consegnando al rivenditore quello vecchio: sarà il rivenditore a occuparsi dello smaltimento dell'apparecchio e a ottenere un credito fiscale pari allo sconto.
Si può anche consegnare la vecchia TV in un'isola ecologica autorizzata, ricevendo un certificato con il quale richiedere lo sconto.

Afferma la nota del Ministero "Il bonus rottamazione Tv ha l'obiettivo di favorire la sostituzione di apparecchi televisivi che non saranno più idonei ai nuovi standard tecnologici3, al fine di garantire la tutela ambientale e la promozione dell'economia circolare attraverso un loro corretto smaltimento."
Se il televisore è stato acquistato dopo il 22 dicembre 2018 sarà compatibile con il nuovo digitale terrestre, poiché da quella data i negozianti sono obbligati a vendere televisori che supportano il nuovo standard DVB-T2 e la codifica HEVC Main10 .
In ogni caso si può effettuare una verifica provando a visualizzare i canali di test 100 e 200: se RAIUNO è sul canale 1, sul canale 100 deve comparire la scritta "Test HEVC Main10"; analogamente se Canale 5 è sul canale 5, sul canale 200 deve comparire la stessa scritta.
Può accadere che ci siano problemi nel visualizzare la schermata (i canali non mostrano il messaggio "Test HEVC Main10" o risultano oscurati) pur essendo il televisore o il decoder compatibili con il DVB-T2: in tali casi l'esito negativo del test potrebbe derivare:

  1. da una non corretta (ma temporanea) ricezione dei due canali;
  2. dalla momentanea presenza di un'altra emittente sul canale;
  3. dal fatto che la propria tv non riesca ad agganciarsi alle frequenze più recenti.

E' dunque opportuno effettuare una risintonizzazione prima dell'eventuale sostituzione.


1 Indicatore della Situazione Economica Equivalente, che serve per valutare e confrontare la situazione economica dei nuclei familiari.
2 Le risorse destinate alla misura sono complessivamente 250 milioni di euro.
3 La nuova tecnologia consente di migliorare la qualità del segnale e di dare spazio alle trasmissioni in alta definizione.

© La Gazzetta di Santa