Testata Gazzetta
    Pezzi di storia

Le finestre dipinte di Santa Margherita Ligure
di Miss Fletcher

Twitter, dearmissfletcher – 2 marzo 2015

[Tratto da "Finestre dipinte, una curiosa eredità del passato" dello stesso autore - 5 gennaio 2015]
Se girate per le strade della città vecchia vi capiterà spesso di vedere finestre dipinte a imitazione di quelle realmente esistenti.

Chi si nasconde dietro lo pseudonimo Miss Fletcher? Certamente una persona curiosa come la famosa Jessica Fletcher, protagonista della serie di telefilm La signora in giallo.
Una persona appassionata della sua Genova e più in generale della Liguria, con una vena poetica e la pazienza di scriverne sul suo blog Dear Miss Fletcher.
Qualche curioso è risalito a una signora nata e cresciuta a Genova, liceo classico Colombo, facoltà di Lingue e Letteratura, ma lei preferisce non apparire e dedicarsi alle sue "passeggiate".

Non dovrete cercarle a lungo, vi basterà alzare lo sguardo…
Questa consuetudine di dipingere finte finestre trae le sue origini dal nostro passato e per spiegarla bisogna andare al tempo della Repubblica Ligure.
E dunque, è l'anno 1798 e il governo si trova a dover affrontare una spinosa questione: rimpinguare le casse della Repubblica.
E così con una brillante quanto discutibile iniziativa si decide di ricorrere al mezzo più scontato: una nuova tassa che colpisce la proprietà, la tassa sulle finestre.
E la logica del calcolo è facilmente intuibile: i più ricchi possiedono fastose dimore e lussuosi palazzi con numerose finestre, per ognuna si dovrà corrispondere una certa cifra.
Come scrive lo storico Antonino Ronco, lo sgradito balzello viene enfaticamente chiamato "sussidio patriottico sulle finestre", come al solito in qualche modo si cerca di indorare la pillola!
L'odiata tassa segue una schema preciso: fino a cinque finestre, grazie al cielo, non si paga nulla, ci sono poi delle aliquote calcolate in base al numero delle finestre presenti sull'edificio.
E i liguri come la prendono?
Come reagiscono quelli di Genova a questa bella novità?
E' semplice, murando e chiudendo le finestre sui loro palazzi, alcune di esse verranno sostituite da quelle finte, dei suggestivi trompe-l'œil.
E così non vedrete mai aperte certe persiane, esistono soltanto grazie ad un abile gioco di pennelli.…
E certo, poi con il tempo questo è diventato anche un diletto artistico, il trompe-l'œil crea splendidi effetti visivi.…
L'astuzia dei genovesi!
Mi metti la tassa sulle finestre? E io le chiudo e tanti saluti al sussidio patriottico!…

foto 1 Le finestre dipinte, una consuetudine tanto cara ai liguri e così frequente da trovare in certe località della riviera di Levante.
E allora vi porto a Santa Margherita, in un giorno di sole.
E qui, davanti al mare blu, spesse tende bianche cadono a coprire vetri immaginari.
foto 2 Un vezzo, un tocco di grazia, dietro a quella finestra potrebbe esserci una fanciulla silenziosa.
foto 3 Alza gli occhi.
Una, due, tre e quattro persiane giallo ocra, uno dei colori di Liguria.
foto 4 E poi un'anta socchiusa, si intravede il profilo di una mantovana.
foto 5 Liguria da intravedere, da cercare e da scoprire.
C'è una semplicità armoniosa, in queste antiche case di Riviera.
foto 6 Un nastro, un fiocco che richiude una tessuto d'organza leggera sulla maniglia della finestra.
Ditemi, lo fate anche voi a volte?
foto 7 Finestre dipinte e finestre reali, c'è da perdersi anche ad ammirare quest'ultime.
E io ormai ne sono più che sicura, gli abitanti di certi palazzi si mettono d'accordo per l'apertura della finestre.
Li immagino seduti attorno a un tavolo alle prese con una complessa programmazione.
- Allora siamo d'accordo, alle undici spaccate al primo piano persiane aperte, al secondo tutte chiuse, al terzo ci vuole una sinfonia che dia movimento.
Non può essere che così, non sarà mica il caso a offrire simili spettacoli, non credete?
foto 8 Finestre di Santa Margherita Ligure vegliate da austere figure.
foto 9 Racchiuse tra decori che paiono trine e pizzi.
foto 10 Guarda, guarda bene! C'è qualcuno che ci osserva!
foto 11 Finestre immaginarie e finestre reali, anche queste sono spesso di rara bellezza.
foto 12 Finestre di case che si affacciano su belle piazzette, allegre e colorate.
foto 13 Finestre aperte e finestre chiuse, in una perfetta e singolare armonia.
Ribadisco il concetto, gli abitanti si mettono d'accordo, lo so!
foto 14 Finestre disegnate e opache sulle quali il tempo ha lasciato la sua traccia.
foto 15 Il tratto di un pennello sapiente e un'arte che si ritrova anche a Genova.
foto 16 E colonne, ombre e marmi, una delicatezza d'artista.
foto 17 E ancora decori sulle facciate.
foto 18 Guarda, guarda bene, finestre vere e finestre dipinte, si alternano in un gioco di tinte e sfumature.
foto 19 E vasi di fiori, sole che si riflette sui vetri, tende svolazzanti e chiare non così diverse da quelle disegnate.
foto 20 Verrete a Santa Margherita Ligure e camminerete nella profumata dolcezza della Riviera.
Vedrete i moli, i gabbiani, i gozzi colorati e le barche.
E poi vedrete le case, alzate lo sguardo, il mondo immaginario e il mondo reale si mescolano e si sovrappongono.
foto 21 Finestre dipinte e finestre vere, davanti al mare di Santa Margherita Ligure.

© La Gazzetta di Santa