Testata Gazzetta
    Pezzi di storia

Pittrici e figuriniste premiate a Santa Margherita

La Stampa – 11 aprile 1960

Tra le partecipanti ad una mostra femminile

Una interessante manifestazione artistica ha avuto luogo a Santa Margherita Ligure, dove, per iniziativa dell'Azienda autonoma di soggiorno, è stata inaugurata una mostra di pittura riservata esclusivamente a partecipanti femminili. Lo scopo, di raccogliere, vagliare e sottolineare le forze più vitali e degne della pittura figurativa italiana e straniera, ha avuto un significativo successo, e l'iniziativa (la prima del genere in Italia) ha visto riunite ottanta pittrici e ventotto figuriniste di varia nazionalità.

Matania Tullia Matania (Napoli, 19/8/1925)

Sono nati cosi il «Premio Italia 1960 - Santa Margherita Ligure», dedicato a pittrici italiane e straniere, il «Premio Tigullio 1960 - Santa Margherita Ligure», dedicato a giovani promesse della tavolozza, ed il «Premio Rossana Moda bazar - l'arte nella moda», riservato a figuriniste. Premi aperti, come principale e preciso programma, alle sole artiste figurative formatesi e operanti nel clima di una tradizione secolare se pure personalizzate dal proprio stile e dalle diverse tecniche acquisite, che risentono l'influenza del mondo artistico attuale.
La Giuria ha assegnato il primo «Premio Pittura Italia 1960», di L. 500.000, a Tullia Matania, sensibile pittrice napoletana, che ha esposto una delicata interpretazione di paesaggio autunnale. Il secondo premio, di L. 150.000, è stato destinato a Felicita Frai, nota pittrice milanese, per un quadro intitolato «Mascherata». Mentre i terzi premi, di L. 100.000, sono stati assegnati a pari merito alle opere «Ritratto» di Lucia Boninsegni e «Paesaggio» della pittrice Ferioli.
Felice corollario al premi di pittura, il «Premio Rossana» per figuriniste, in un campo completamente differente e per molti aspetti così affine, ha potuto essere un'ampia rassegna delle migliori disegnataci italiane e straniere di modelli, con l'intenzione di portare alla ribalta i più originali temi indicativi della moda balneare 1960. Tale premio è stato destinato ad una giovane concorrente francese, la figurinista Jacqueline Girod Jardin, che si è nettamente staccata dalle tendenze generali, alquanto leziose, partecipando con 3 disegni sciolti di stile e interessanti anche come spunto per sartoria. La medaglia d'oro offerta dall'«Ente cappello» è stata assegnata alla figurinista italiana Marisa Curcio ed il «Premio Bassetti» è toccato alla svizzera Annamaria Bernardoni.

© La Gazzetta di Santa